Assicurazione patente: quali sono le condizioni

assicurazione patente

L’assicurazione patente di guida è una forma molto interessante di copertura assicurativa aggiuntiva che fornisce un’assistenza supplementare e di alto livello ai conducenti di qualsiasi tipo di veicolo. Ma cos’è e perché vale la pena di avere questa protezione? Parleremo di questo e di altro nel nostro articolo.

Assicurazione patente guida: che cos’è

Uno dei requisiti richiesti dalla legge italiana per ottenere la patente e poter guidare è quello di avere un’assicurazione. Questo vale però solo per l’obbligo di avere l’assicurazione di responsabilità civile, che protegge soltanto i terzi dai danni. 

Oltre a ciò, esistono una serie di assicurazioni aggiuntive molto utili che permettono di proteggere se stessi e i propri risparmi da spese impreviste. Una di queste opzioni è l’assicurazione patente.

L’assicurazione sulla patente è una polizza assicurativa aggiuntiva che tutela il più possibile l’automobilista da eventuali situazioni spiacevoli che si verificano alla sua patente e che gli impediscono di guidare sulle strade.

Assicurazione patente: in cosa consiste e come funziona

La polizza ritiro patente copre quindi un certo periodo dal giorno in cui la patente viene sospesa fino al giorno in cui viene restituita, ma può arrivare fino ad un massimo di 180 giorni per anno assicurativo.

L’assicurazione patente di guida viene utilizzata in diversi casi, come ad esempio:

– perdita di punti;

– ritiro o revoca della patente.

Questa garanzia assicurativa si applica in modo diverso a seconda delle situazioni assicurative. Ad esempio, in caso di perdita parziale dei punti, il rimborso copre la partecipazione ai corsi per il recupero dei punti, mentre in caso di perdita totale dei punti, il risarcimento riguarda la ripetizione dell’esame di guida.

LEGGI ANCHE:  Assicurazione seconda auto: alcuni consigli utili

Si può anche notare che l’assicurazione patente di solito fornisce una protezione in caso di controversie legali, cioè la tutela legale, così come il costo dell’utilizzo di altri tipi di veicoli quando non è possibile utilizzare il proprio veicolo. Spesso prevede anche un risarcimento per i giorni di lavoro persi a causa del ritiro della patente di guida, se questa era necessaria per il lavoro.

Non sono rare le situazioni in cui è necessario stipulare l’assicurazione patente, perché non solo i conducenti inesperti o imprudenti possono rischiare che qualcosa vada storto, ma anche quelli che utilizzano l’auto da molto tempo.

Quando l’assicurazione patente non è valida?

Ci sono alcune situazioni in cui questo tipo di polizza assicurativa non è più valida. Esamineremo gli aspetti più essenziali di questi:

– guida sotto l’effetto di alcol, droghe o sostanze psicotrope;

– guida con patente scaduta;

– se non si dispone di un’assicurazione auto o se la propria assicurazione non è valida o è scaduta;

– se la patente è stata sospesa per danni intenzionali;

– se il veicolo è stato utilizzato in modo improprio;

– se la patente è stata sospesa in passato e la compagnia di assicurazione non è stata informata.

Per evitare di trovarsi in una situazione così spiacevole in cui l’assicurazione patente non è valida, è importante studiare attentamente le caratteristiche della polizza assicurativa e leggere attentamente il contratto di assicurazione rca patente.

Patente a punti: come funziona

Una domanda frequente che interessa molti proprietari di mezzi di trasporto riguarda le patenti di guida a punti, ovvero come vengono perse e recuperate. 

LEGGI ANCHE:  Rivalsa assicurazione: come evitarla?

Il fatto è che ogni automobilista riceve 20 punti iniziali quando riceve la patente di guida e, se non commette incidenti, il numero di punti aumenta, altrimenti diminuisce. Pertanto, in caso di perdita parziale dei venti punti iniziali, questi vengono automaticamente recuperati dopo 2 anni se il conducente non commette incidenti. In alternativa, è possibile frequentare un corso speciale attraverso il quale è possibile recuperare punti. Se si verifica una perdita totale di punti, il conducente deve ripetere l’esame di teoria e di guida, entro 30 giorni. In tal caso, i 20 punti iniziali saranno recuperati. Se non si effettua il nuovo esame, la patente di guida viene annullata.

Conclusione

Speriamo che dopo la lettura di questo articolo si abbia una buona comprensione dell’assicurazione patente e del suo funzionamento. È davvero un’opzione utile e valida di garanzia aggiuntiva che si dovrebbe prendere in considerazione quando si sceglie la protezione per la propria auto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *